Tritarifiuti domestico normativa

A partire dal lontano 2008 la normativa riguardante il tritarifiuti domestico. ne consente l’installazione. Tuttavia in Italia e in Europa fatica a prendere largo, non solo a causa della precedente normativa che in passato ne vietava l’utilizzo, ma anche a causa di una notevole disinformazione in merito. Negli Stati Uniti è un elettrodomestico diffusissimo e di uso talmente comune da essere presente anche in molti film americani che tutti noi abbiamo visto, almeno una volta.

Tritarifiuti domestico vietato? Ora non più

L’installazione e l’utilizzo dei tritarifiuti domestici, fino a qualche anno fa, erano completamente vietati in Italia, tuttavia il decreto in questione (8-bis dell’articolo 2 del decreto legislativo 16 gennaio 2008, n. 4) è stato abrogato dall’art. 9-quarter, del decreto legislativo 30 dicembre 2008 n. 210.

Tale decreto recita:

“Non e’ ammesso lo smaltimento dei rifiuti, anche se triturati, in fognatura, ad eccezione di quelli organici provenienti dagli scarti dell’alimentazione trattati con apparecchi dissipatori di rifiuti alimentari che ne riducano la massa in particelle sottili, previo accertamento dell’esistenza di un sistema di depurazione da parte dell’ente gestore del servizio idrico integrato, che assicura adeguata informazione al pubblico anche in merito alla planimetria delle zone servite da tali sistemi. L’installazione delle apparecchiature e’ comunicata da parte del rivenditore al gestore del servizio idrico, che ne controlla la diffusione sul territorio”

Tritarifiuti domestico plastica

Come recita la normativa vigente, l’utilizzo del dissipatore è legale e legittimo solo se questo viene utilizzato per smaltire gli scarti alimentari e organici. La plastica non è una componente organica né di derivazione alimentare quindi non può in alcun modo essere inserita nel tritarifiuti domestico, scaricare nelle fognature la plastica tramite il tritarifiuti costituisce un reato punibile penalmente.

Il tritarifiuti è legale in Italia

Per rispondere subito alla domanda e fugare ogni dubbio sull’argomento: sì, il tritarifiuti in Italia è legale al 100%. L’unica condizione da rispettare è la seguente: si può installare nella propria abitazione se le fognature dove vengono scaricati i rifiuti ridotti in poltiglia dal dissipatore, siano dotate di depuratori in grado di ridurre il conseguente impatto ambientale. Una condizione questa, che possiamo definire del tutto legittima.